LearnItalianOnLine.It

Home » Articles in Italian Language for You » Cosa Vi fa pensare all’Italia? Bravi, La Pasta

Cosa Vi fa pensare all’Italia? Bravi, La Pasta

La Storia della Pasta in breve

Alberto Sordi

Tutti gli Stranieri amano l’Italia e spesso associano l’immagine del Bel Paese con la Pasta. Ma chi conosce la Storia della Pasta?

Vi propongo una breve  Storia della Pasta qui in basso trovata in rete, che spiega in modo molto semplice cosa c’è dietro quel piatto di spaghetti e pomodoro che faceva impazzire il grande attore Italiano Alberdo Sordi al Cinema e nella vita privata.

Estratto:  da http://www.digitaliano.net/digitaliano_materiali_online/pasta/index.html

“Gli Italiani apprezzano la Buona Cucina, amano sia Cucinare che stare a tavola a Mangiare e a Parlare con parenti e amici, soprattutto la domenica.

Grazie alle Cucine Regionali ci sono moltissimi piatti. Infatti, tutti i popoli che sono passati dall’Italia (francesi, spagnoli, arabi, austriaci,ecc.) hanno lasciato le loro ricette e i loro sapori. Oggi la Cucina Italiana è famosa in tutto il mondo. Dappertutto si trovano ristoranti italiani dove si mangia dell’ottima pasta.

Ma quando è nata la pasta ?

La Pasta ha una storia molto antica e ricca di aneddoti che ha inizio 7.000 anni fa, quando l’uomo, abbandonata la vita nomade, inizia a coltivare la terra, scopre il grano, impara a lavorarlo sempre meglio, lo macina per fare la farina, che poi impasta con l’acqua,spiana l’impasto e lo cuoce sulla pietra rovente.

Nell’antica Roma.

Già Cicerone e Orazio, 100 anni prima di Cristo, erano golosi di lagana, cioè delle strisce di pasta sottile fatte con farina e acqua, da cui derivano le nostre lasagne.

Secondo la leggenda, nel lontano 1292 Marco Polo porta gli spaghetti dalla Cina. Questa convinzione è però dimostrata come falsa da molti documenti scritti che rivelano l’esistenza della pasta in Italia prima del viaggio di Marco Polo. Secondo questi studi molto probabilmente sono gli arabi che introducono la pasta nella cucina italiana intorno all’anno 1000. Infatti, in un documento che risale al 1154, il geografo arabo Al-Idrin parla di un “cibo di farina in forma di fili” chiamato triyah che si confezionava a Palermo.

Si pensa dunque che la Pasta, intesa proprio come maccheroni, sia originaria della Sicilia nella località di Trabìa, presso Palermo, dove si fabbricava un particolare cibo di farina in forma di fili, chiamato con il vocabolo arabo“i triyah”.
I Siciliani sono stati, infatti, per secoli dei veri maestri nel cucinare la pasta.

Dopo il Medioevo fino ad oggi

Fino al 1700 esiste una gran confusione; i tipi diversi di pasta vengono chiamati normalmente come maccheroni finché, i Napoletani, divenuti i più famosi mangia-maccheroni, si appropriano del termine e lo usano quasi esclusivamente per identificare paste lunghe trafilate.
Con il passare del tempo la pasta si diffonde in tutta Italia e nel mondo.”

Forse adesso sarete più consapevoli che dietro un semplice piatto di Pasta c’è una Grande Storia.

Se volete continuare a migliorare il Vostro Italiano in modo divertente, vi propongo questo esercizio estratto da

http://www.digitaliano.net/digitaliano_materiali_online/pasta/le_penne_all_arrabbiata.html, guardate il video e rispondete poi alle domande. 

Per preparare le penne all’arrabbiata:
1. Ci vuole molto tempo

Vero Falso

2. Non si usa il burro

Vero  Falso

3. Per soffriggere l’aglio e i peperoncini usano una pentola

Vero  Falso

4. Secondo la cuoca i pomodori devono essere tutti interi

Vero  Falso

5. La pasta deve essere “al dente”…

Vero  Falso

6. “scolare la pasta” significa toglierla dall’acqua…

Vero  Falso

7. Il percorino si mette nella salsa prima di condire la pasta

Vero  Falso

Se vi è piaciuto il mio Articolo condividetelo con i Vostri Amici, sapranno qualcosa in più della Pasta oltre a sapere che è Buonissima.

Scrivetemi per avere le soluzioni del Video Test e per avere le vostre impressioni su questo tipo di esercizio.

La mia mail è : stefaniatardino@gmail.com

Grazie per la Vostra Attenzione.  

 


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: